mercoledì 4 maggio 2011

Quarta tappa: le letture di aprile

Il viaggio del mese di aprile è stato più breve: appena tre settimane per leggere il libro prescelto. C'è chi ce l'ha fatta e chi - vittima del tempo tiranno - no.
Ecco le letture di chi è riuscito a terminare la tappa.
Franco: Il sole del crepuscolo di Fang Fang (Cina)
Andrea: La lingua degli uccelli di Farid Ad-din 'Attar (Persia - Iran)
Paola: Il sorriso dei gabbiani di Kristin Marja Baldursdottir (Islanda)
Muriel: Il sapore della gloria di Yukio Mishima (Giappone)
Carla: Il dio delle piccole cose di Roy Arundhati (India)

1 commento:

  1. Io sono una di quelli che non ha fatto in tempo a terminare il viaggio di Aprile. L'ho iniziato con Profumo di Suskind un autore tedesco anche se il romanzo è ambientato in Francia. Doppio viaggio quindi.
    Le prime pagine mi hanno appassionata molto purtroppo però il tempo e il dedicarmi ad altre letture per "impegni con alcune case editrici", non mi hanno permesso di arrivare neppure alla metà del mio viaggio.

    RispondiElimina